AA.VV.
Lettura della "Secchia rapita"

pp. 256
20
978-88-8234-126-8

E' un collettaneo realizzato da quattordici tra i massimi secentisti italiani che hanno inteso proporre, incrociando i rispettivi contributi, una lettura aggiornatissima di una delle opere più note della letteratura barocca, La Secchia rapita di Alessandro Tassoni. La ricchezza delle indagini critiche e la molteplicità dei percorsi di ricerca ha consentito di liberare la celebre opera tassoniana dall’angusto cliché del genere eroicomico e di tuffarla con tutto il suo spessore semantico nei gorghi del dibattito culturale del suo secolo. ...Come diceva con felice intuizione Giovanni Pascoli, la Secchia è opera che fa ridere e fa pensare “quanto certi gloriosi mulini a vento”.