Ferrante Pallavicino
IL GIUSEPPE

pp. 320
22
978-88-8234-148-0

È un romanzo che affronta un tema biblico molto popolare nel Seicento, Giuseppe, l’uomo che interpretò il sogno del Faraone, che rifiutò le profferte della moglie di Potifar, che dimenticò i torti subiti dai fratelli che lo avevano gettato in un pozzo… Sul piano del plot, questi archetipi del romanzo moderno possedevano già tutti gli ingredienti fondamentali. L’autore: Ferrante Pallavicino (Piacenza 1615-Avignone 1644) è indiscutibilmente la figura di un ribelle, nella letteratura, nella religione, nella vita. Polemico acceso e nemico personale dei Barberini, finì decapitato neppure trentenne ad Avignone con l’accusa di avere scritto libelli contro il pontefice. La sua produzione letteraria si caratterizza per la frequentazione dei generi più disparati: da testi sacri a novelle audaci, ai libelli antipapali che segnarono la sua sorte.