Georges Castellan
Storia del popolo romeno

pp. 464
26
978-88-8234-110-7

In questa felice sintesi Georges Castellan traccia la storia complessa e travagliata di un popolo che lo storico G.I. Bratianu non esitava a definire “un enigma e un miracolo storico”. A partire dalle origini romane si snodano le vicende di un grande popolo che, anche quando è stato costretto a subire quattro secoli di “protettorato” ottomano, oppure, in anni recenti, quando la Romania era un satellite dell’impero sovietico, persino durante la paranoica dittatura di Ceausescu, ha voluto e saputo rimanere ostinatamente europeo. Oggi, i romeni, unico popolo neolatino dell’area balcanica, sono finalmente in Europa. Grazie al lucido saggio di Castellan il tormentato percorso di questi ‘fratelli separati’ ci diviene più familiare.