Francis Mcdonald Cornford
Dalla religione alla filosofia
Uno studio sulle origini della speculazione occidentale
a cura di Giuliana cura di Giuliana Scalera McClintock
pp. 334
20
88-8234-044-9

“La filosofia, a nostro avviso, cercò di eliminare la sovrastruttura di rappresentazione teologica, e così facendo, tornò inavvertitamente alla rappresentazione magica che aveva preceduto la teologia ma, nel frattempo, nell’epoca della religione, le idee di dio e di anima si erano così assestate che la filosofia non poteva sostenere lo sforzo di liberarsi anche di esse”.

Comparso nel 1912, quasi contemporaneamente a Themis di Jane Harrison, Dalla religione alla filosofia rappresenta il primo originale tentativo di interpretare le cosmologie filosofiche sullo sfondo delle rappresentazioni religiose da cui si distaccano. Attraverso una circostanziata analisi di persistenze, prende corpo l’idea che la filosofia, nel divorziare dalla religione, abbia riattivato forme di pensiero magico. In altri termini, il salto verso l’astrazione sarebbe avvenuto attraverso una regressione all’arcaico, la sola in grado di assicurare una circolazione di sapere più efficace di quella della religione.