Autori Vari
Croazia
Antica pietra preziosa
a cura di Jelena Banfichi Di Santo
pp. 56
20

ESAURITO.

“Giocavano sulla spiaggia di ghiaia distesa dinanzi gli olivi, il mirto e il rosmarino. Qui, dove il cielo mediterraneo spande tutto il proprio fasto, loro anelavano alle bellezze perdute della terra nativa.
C’è chi ha costretto i ragazzi della pianura pannonica, Slavonija, all’esilio, ai ragazzi della Zagora Dalmata tolto gli orizzonti di indomabile bellezza fatta di molta pietra e poca terra.
Tutti sono stati privati del tepore dei focolari domestici. E’ stata interrotta la libertà dei giochi, delle abitudini e tradizioni, spezzata la spensieratezza e l’allegria dell’infanzia.
La Dalmazia li ha accolti e protetti.
Qui, all’albergo Lav di Spalato, conobbi Nevana di Vukovar, Antonija, Marijeta, Katarina e Josipa di Drnis, Ivana di Osijek, Krunoslava di Vinkovci.
Conobbi il sorriso sulle labbra e negli occhi la tristezza.
Avvicinandole scoprii in loro la latente possibilità di una espressione figurativa. Stimolate, avrebbero rivelato il profondo celato nei loro occhi.
Ebbi il desiderio di “scoperchiare” questo piccolo prezioso forziere, lasciando libera la verità perché, con linee e colori, desse forma al miracoloso mondo delle immagini…”.

Margarita Kelava