Marcello Benfante
Cattivi pensieri sulla scuola
Di un insegnante meridionale

pp. 142
10.33
88-86211-87-2

Disponibilità limitata.

La scuola – soprattutto nel Sud – vista e raccontata da dentro, da chi la vive e la fa, ma con un tentativo di superare il mero approccio diaristico attraverso una riflessione culturale e politica più ampia.
Si riconsidera la figura e il ruolo dell’insegnante, in relazione agli alunni, al contesto sociale in cui opera, agli effetti devastanti dell’ideologia e del sistema di consenso e di controllo mafioso.
Una puntuale critica all’impaludamento retorico del “didattichese”: un tentativo di fornire nuovi strumenti interpretativi per comprendere, nell’emergenza grave e urgente della scuola, la questione meridionale per eccellenza.

Marcello Benfante (Palermo 1955) insegna in una Scuola Media e da un ventennio collabora a quotidiani e periodici. Già redattore della rivista “Dove sta Zazà”, oggi fa parte del comitato direttivo de “La terra vista dalla luna” e collabora a “Linea d’ombra”; dirige il bimestrale “Nino, domani a Palermo”.