Ernesto de Martino
L'opera a cui lavoro
Apparato critico e documentario alla "Spedizione etnologica" in Lucania
a cura di Clara Gallini
pp. 384
23.24
88-86211-74-0

La “spedizione” in Lucania dell’ottobre 1952 assegna alla ricerca interdisciplinare un ruolo profondamente innovativo nella storia degli studi etnologici ed etnomusicologici italiani. L’opera a cui lavoro raccoglie le varie testimonianze, edite e inedite, di Ernesto de Martino, Diego Carpitella e altri studiosi, nell’intento di ricomporre i diversi momenti di un’esperienza concepita come unitaria ancorché rimasta scissa nei suoi esiti. La sezione di interesse etnomusicologico è curata da Giorgio Adamo, Clara Gallini ha seguito l’itinerario della scrittura demartiniana, dalle Note di campo alla stesura definitiva di un libro, Sud e magia, in cui la “magia lucana” troverà la sua iscrizione nelle più cruciali problematiche del mondo moderno.